L’eredità Forti

(di Marco Maria Villucchi)

Era successo all’improvviso ed era durata un niente, ma Renato
aveva avuto una storia con Marina, la moglie di Giovanni, quando
era già sposato con Sandra e stavano cercando di avere un figlio.
Mascalzone? Probabilmente sì, ma comunque, in caso, mascalzoni
in due.
Erano sposati, Renato e Sandra e lei insisteva per aveva un figlio.
Lui era d’accordo, anche se la cosa gli metteva ansia, per cui si
erano messi, di buzzo buono, a fare calcoli sui giorni fertili e sui
momenti migliori per provarci. Lui ci credeva poco a tutte queste
regole da seguire, pensava che bastasse provarci il più frequentemente
possibile e poi lasciar fare alla natura, stile contadino, insomma,
ma lei pensava che il modo migliore di procedere fosse quello scientifico.
Giovanni e Marina si erano sposati nello stesso anno di Renato e
Sandra e, anche loro, avevano appena cominciato a parlare di figli.
Senza fretta, però, senza metodi scientifici, né attività sessuale
estrema. Così, perché i figli li vogliamo e vediamo quando ven-
gono.
Marina aveva fatto sudare Giovanni, prima di cedere e sposarlo. Il
problema era che Marina, da adolescente, aveva avuto una cotta
per Renato, e lo aveva aspettato finché non era stato chiaro che
avrebbe sposato Sandra. Allora aveva ceduto alle insistenze di Giovanni
e, in qualche modo, si era fatta passare la cotta. E invece…

Torna in alto