Attraversando le porte di carta

(di Giuseppe Nigretti)

Dai cieli di Ucraina e di Palestina
cadono gli ordigni degli umani orrori.
E lì, e in ogni santuario, nessuna
parola di preghiera, o di poesia
può far rifiorire la pace.
E ciò è vero, ci attestano
i vedici sapienti: perché
se non vi è pace in cielo
in terra e nel cuore umano
nessuna sacra parola può
donare la pace al creato.
Solo se il cielo è pacificato
il pio che implora dio la ottiene:
possa la pace portare la pace!
Ed ora lasciamo pregare
e sognare il candido pio.
Per noi, la pace si conquista
combattendo le umane guerre
con spada e ragione
dell’umana voce.
Ma l’uomo, possiede ancora
una coscienza ed un cuore?
o sono occlusi dal bagliore
potente del dio denaro,
e dall’arroganza che cresce
e vegeta sull’umana ignoranza?
Lieto è colui che al ciel s’illude,
e crede di essere il paciere,
che con le preci per la pace
pensa di unire la terra al cielo.

Torna in alto